cliccare sulla foto per il panorama a 360 °


Itinerario: Gasthof Schlern, San Costantino, Fiè allo Sciliar – Laghetto di Fié – Punto informativo del Parco Naturale.
Dal è possibile eventualmente raggiungere anche il Laghetto Superiore.
Il punto di partenza si può raggiungere comodamente anche con l’autobus di linea Bolzano – Castelrotto, la fermata si trova esattamente davanti al Gasthof Schlern.
Per informazioni sugli orari: www.sad.it oppure Info Mobilità, tel. 840 000 471.





Vista sul Laghetto di Fiè.
Sullo sfondo il Monte Cavone.
Comune Fié allo Sciliar
Dislivello 160 m ca. dal Gasthof Schlern al Laghetto di Fiè. Altri 25 m ca. di dislivello per raggiungere il Laghetto Superiore
Lunghezza  
Tempo di percorrenza 0 - 30 minuti da S. Costantino al Laghetto di Fié, ca. 15 - 20 minuti per il giro del lago. Chi se la sente in un’altra mezzora o poco più può raggiungere e costeggiare il lago Superiore (Huber Weiher).
Appoggio Al punto di partenza: Gasthof Schlern**

Attorno al Laghetto
: Ristorante Laghetto di Fiè, Hotel Waldsee***, Bar Schwimm Hütte
Particolarità affascinante vista sul massiccio dello Sciliar, molto graziosi i laghetti ed il bosco misto attorno.

Galleria di foto

Guida naturalistico-culturale da stampare e portare con sè





Percorso: il punto di partenza di questo itinerario si trova a San Costantino, una frazione di Fiè allo Sciliar, situata a metà strada tra i paesi di Fié e di Siusi. Nella zona è difficile trovare posteggio per l’auto (parcheggio privato del Gasthof Schlern) per questo si consiglia di raggiungere il punto di partenza con l’autobus di linea. Ottimi i collegamenti da Bolzano, Castelrotto e Tires. Un comodo parcheggio si troverebbe eventualmente presso il Laghetto di Fié, per chi preferisse percorrere l’itinerario all’inverso o limitarsi a passeggiare solamente attorno al lago.

Alle spalle del Gasthof Schlern un sentiero con fondo piuttosto sconnesso sale tra i prati seguendo le stazioni di una Via Crucis, fino ad arrivare all’incrocio con una strada forestale, nella piacevole ombra di un bosco misto di pini silvestri e abeti rossi. Si prosegue diritto, sempre in direzione “Laghetto di Fié”. Un cartello indica che si sta per entrare nel territorio del Parco Naturale Sciliar – Catinaccio. Rimanendo sempre sulla strada forestale, a tratti pianeggiante e a tratti più ripida, si attraversa una zona umida, riconoscibile dalla tipica vegetazione, e poco dopo si giunge al Laghetto di Fiè, con il comodo sentiero che lo costeggia e alcuni bar e ristoranti in cui fermarsi per una piacevole sosta.

Sul lato opposto del lago sale una strada, sempre in terra battuta, che porta in due minuti al Punto Informativo del Parco Naturale Sciliar – Catinaccio.
Chi se la sentisse può allungare il percorso e dal Laghetto di Fiè salire anche al Laghetto Superiore, distante 10 minuti a piedi, poco più a monte del primo lago. Il tratto che congiunge i due laghi è leggermente ripido ma breve. Anche attorno al Laghetto Superiore si può passeggiare tranquillamente, il sentiero è molto comodo e ricco di panchine.

Inoltre da qui in 40 – 45 minuti di cammino si può raggiungere, proseguendo sulla strada forestale, la Malga Tuff, Tel. +39 0471 - 726090, www.tuffalm.it. Il percorso è però pittosto ripido.

   




profilo altimetrico

Fondo: le prime centinaia di metri sono su terreno sconnesso, un breve tratto lo è anche molto. Si tratta comunque solamente di pochi metri, dopodiché si passa al fondo tipico delle strade forestali, con ghiaia medio fine. Il tratto attorno al lago è in terra battuta a grana più fine della strada forestale. Di tanto in tanto si incontrano canaline per lo scolo dell’acqua.

Larghezza sentiero: la maggior parte del percorso si sviluppa su strada forestale, quindi con una larghezza di ca. 2,5 – 3 m, anche il sentiero attorno al lago è molto ampio. Solamente nella prima parte il sentiero, alle spalle del Gasthof Schlern, è notevolmente più stretto, ca. 1 m, ma si tratta solamente dei primi 10 minuti di cammino, fino al raggiungimento della strada forestale.

Pendenze: ancora da calcolare.

Panchine lungo il percorso:

Difficoltà per passeggini
: le difficoltà nel percorrere questo itinerario con passeggini sta nel superare il primo tratto, subito dietro il Gasthof Schlern, il quale presenta un fondo molto sconnesso, specialmente nella parte alta a ridosso del bosco, e nel superare il dislivello per raggiungere il lago.

Con buona volontà il percorso è tranquillamente percorribile con passeggini, assolutamente a ruote grandi, ma bisogna essere consapevoli del fatto che ci sarà da spingere in leggera salita fin quasi al laghetto.
Un po’ ripido da percorrere con passeggino è anche il breve tratto di strada forestale che collega i due laghi, ma attorno a questi è un piacere passeggiare con carrozzine, il sentiero è pianeggiante, il fondo buono e il paesaggio a dir poco incantevole.

   
   
   
 

Carta consigliata:
Parco Naturale dello Sciliar
Carta turistica 1:25.000
Tabacco (UD)

Punto d’appoggio:
Gasthof Schlern**, tel. +39 0471 – 706425
www.gasthof-zum-schlern.it
Diese E-Mail-Adresse ist gegen Spam Bots geschützt, Sie müssen JavaScript aktivieren, damit Sie es sehen können

Ristorante Laghetto di Fiè, tel. +39 0471 – 725072

Hotel Waldsee***, tel. +39 0471 – 725041
www.hotel-waldsee.com
Diese E-Mail-Adresse ist gegen Spam Bots geschützt, Sie müssen JavaScript aktivieren, damit Sie es sehen können

Bar Schwimm Hütte
 
   
 
   
Info: Diese E-Mail-Adresse ist gegen Spam Bots geschützt, Sie müssen JavaScript aktivieren, damit Sie es sehen können